Resistenza del calcestruzzo: ecco come calcolarla

Ecco come calcolare la resistenza del calcestruzzo:

resistenza del calcestruzzo

Il Calcestruzzo cementizio è dato dal composto costituito da diversi materiali, come cemento, ghiaia, sabbia e acqua. Di solito, per creare 1 m³ di impasto occorrono i seguenti dosaggi: 300 daN di cemento, 0,400 m³ di sabbia, 0,800 m³ di ghiaia, una quantità di acqua che va da un minimo di 120 e può arrivare fino ad un massimo di 140 litri.

I cementi più comuni, che si possono realizzare utilizzando tale procedimento, appartengono a ben cinque categorie: Cemento d’altoforno, Cemento Portland composito, Cemento Pozzolanico, Cemento Portland, Cemento Composito. A prescindere dalla tipologia di cemento che si decide da usare, risulta molto importante conoscere la resistenza del calcestruzzo, ai fini di un controllo della qualità del prodotto realizzato.

La Resistenza del Calcestruzzo e metodi di calcolo

La Resistenza Caratteristica misurata utilizzando un provino di forma cilindrica l 300 mm ɸ 150 mm, che chiamiamo fck, viene calcolata moltiplicando per 0,83 la Resistenza Caratteristica Cubica, utilizzando un provino di forma cubica da 150 mm.

Pertanto, la formula da applicare per conoscere il suo valore è la seguente: fck = 0,83 · Rck. Questo valore esprime la resistenza a compressione fck di un conglomerato a 28 giorni di stagionatura.

Ciascun classe di resistenza viene indicata usando l’apposita sigla C n/m. N ed M sono due numeri che rappresentano rispettivamente la Resistenza Cubica Rck e la Resistenza Cilindrica Fck. Le classi più comuni delle diverse tipologie di calcestruzzi in uso al giorno d’oggi sono le seguenti:

C 12/15
C 16/20
C 20/25
C 25/30
C 28/35
C 32/40
C 35/45
C40/50

Calcolo della resistenza del calcestruzzo ai fini di un controllo di accettazione

La Resistenza Caratteristica è quella resistenza che si raggiunge se si superano quantomeno il 95% delle prove effettuate. Il suo valore viene calcolato usando la seguente espressione:

Rck = Rcm (Resistenza Media) – k (1,64) · s (Scarto Quadratico Medio)

Si ricorda che lo scarto quadratico medio si trova utilizzando la sottostante formula:

S =   ____________________
n-1

Quando bisogna effettuare un controllo sulla resistenza caratteristica, in genere, si utilizzano dei provini di dimensione cubica in calcestruzzo che vengono estratti dall’impasto ottenuto al momento del getto all’interno del cantiere di lavoro.

Un tipo di controllo, chiamato A, viene effettuato facendo 3 prelievi, ciascuno di circa 100 m³, su un getto dalle dimensioni complessive pari a 300 m³ . Tale controllo, secondo la prassi comune, è eseguito una volta al giorno. Se il risultato è positivo, il minimo valore della resistenza dei prelievi (R1), misurato in N/ mm2 , è uguale alla Resistenza Cubica (Rck) – 3,5 da cui fuoriesce la sottostante formula:

R1 = Rck – 3,5 Rm

La Resistenza Media dei tre provini (Rm), misurata in N/ mm2 , invece, è data dalla somma tra la Resistenza Cubica più 3,5, vale a dire:

Rm= Rck + 3,5

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi